Descrizione

NOVITà 2017, Texense INF V4, lo stesso packaging del nostro sensore di successo INFTS V90 con un aumento rispetto alle temperature massime operative. Costruito con un nuovo stato dell’arte dell’elettronica, un’alta affidabilità output PT1000 e l’opzione di un output linearizzato e a temperatura compensata quando utilizzato con il modulo LTC-IR, lo rende la soluzione ideale per la misurazione della temperatura dei dischi freno in carbonio. Utilizzato in F1 per oltre un decennio, la gamma dei sensori INF Texense rappresenta lo standard industriale nella tecnologia delle misurazioni di temperatura IR dei freni..

  • Temperatura operativa massima di 180°C, con la capacità di sopportare esposizioni fino a 200°C (solo la versione a 5V), risparmio sulla sostituzione del sensore in corsa e negli ambienti test quando le temperature ambientali crescono per brevi periodi;
  • Confezionato con un’uscita cavo a 90°, permette agli utenti opzioni di installazione multiple in spazi confinati;
  • Disponibile nei seguenti ranges: 500°C, 1000°C, 1200°C e 1300°C;
  • Output altamente preciso PT1000 RTD

INF-V4 utilizzato insieme al nostro modulo LTC-IR permette agli utenti un segnale output linearizzato e a temperatura compensata. Quando vengono eseguiti calcoli su basse temperature, le temperature target possono essere più basse rispetto alle temperature del corpo del sensore. Il dispositivo di linearizzazione e di temperatura compensata Texense LTC-IR può portare a termine un calcolo di quarto ordine che riduce le risorse degli utenti ECU. Consigliamo ai nostri clienti di pulire quotidianamente le lenti del sensore infrarosso con alcohol, è molto importante ai fini delle misurazioni effettuate sui dischi freno in carbonio. Per ulteriori informazioni tecniche visionare il datasheet di riferimento.